Clicca per altri prodotti.
Nessun prodotto è stato trovato.
Cerca nel Giornale dell'Aloe
Categorie Giornale dell'Aloe
Articoli recenti
Articolo consigliato

ALOE: ecco perché viene definita la guaritrice silenziosa

Posted on19/09/2018 4554
ALOE: ecco perché viene definita la guaritrice silenziosa


Perché viene definita la regina delle piante fitoterapiche, quali sono le sue proprietà, i suoi utilizzi e come scegliere quella più efficace.
 

L’aloe ha una storia millenaria. Questa leggendaria pianta dai mille usi, si è guadagnata il titolo di "Regina delle piante fitoterapiche" perché ha più di 300 principi attivi al suo interno e per questo può essere utilizzata per molteplici problemi di salute, anche a scopo preventivo.
Nessun’altra pianta al mondo ha un numero così elevato di principi attivi al suo interno.
 

È considerata una "guaritrice naturale" in quanto ha svolto un ruolo di primaria importanza nella farmacologia di molte antiche civiltà, tra cui Egiziani, Assiri, Indiani, Maya e Romani.
 

Gli Indù addirittura la chiamavano “la guaritrice silenziosa”, mentre gli antichi medici cinesi la consideravano una delle piante più dotate di proprietà terapeutiche e la chiamavano “rimedio armonioso”.

  

Quali sono le principali caratteristiche e proprietà dell’Aloe?

I numerosi principi attivi presenti al suo interno, abbiamo detto essere più di 300, possono essere raggruppati in tre grandi famiglie: gli zuccheri complessi, tra cui l’acemannano che ha una potente azione immunostimolante[1]*; gli antrachinoni, che regolano la peristalsi intestinale[2]* ed hanno azione disintossicante ed antibiotica; e numerose molecole ad alto potere nutritivo ed antinfiammatorio[3]*, analgesico, antimicotico, come vitamine, aminoacidi ed enzimi.

 

In quali casi può essere utilizzata?

Come già detto, proprio grazie alla presenza di questo enorme numero di principi attivi, l’Aloe può essere utilizzata sia come prevenzione, sia per la cura di diversi disturbi. Per uso dermatologico l’Aloe è ideale per macchie della pelle, punture di insetti, psoriasi, scottature, ustioni ed è ottima anche per le dermatiti e l’arrossamento da pannolino dei bimbi.

Per uso orale, grazie alla sinergia dei componenti può essere utilizzata per rafforzare il sistema immunitario, per disintossicare e ripulire a fondo l’organismo dalle tossine nocive, per riequilibrare e ottimizzare l’intestino e per sostenere l’organismo durante i cambi di stagione.


Il consiglio è di assumere aloe prima della primavera perché potrai neutralizzare le fastidiose allergie, evitando i sintomi delle riniti allergiche quali pruriti alla gola, al naso e agli occhi, lacrimazione, starnuti.
Anche assumere aloe prima dell’inverno aiuta a ridurre al minimo il rischio di attacchi influenzali, tosse, febbre, mal di gola, sensazioni di ossa rotte, congestioni nasali, brividi.


È anche un ottimo rimedio in caso di reflusso gastroesofageo e ulcere gastriche[4]*.
Oggi purtroppo siamo bombardati da cibi di scarsa qualità, smog, radiazioni, fattori che indeboliscono il nostro organismo e ci rendono vulnerabili alle malattie.
Assumere l’Aloe dovrebbe essere un’abitudine quotidiana, così come lo è bere un buon caffè.


È vero che l’aloina è tossica?

Assolutamente no. L’aloina è una molecola presente nell’Aloe che ha delle importantissime proprietà disintossicanti ed antibiotiche. Per questo sarebbe un “delitto” eliminarla dall’Aloe. Esistono molti studi che dimostrano l’assenza di tossicità, ad esempio la ricerca del dott. Matsuda[5]* dimostra che non è stata rilevata alcuna tossicità e non sono emersi problemi fisici di alcun tipo assumendo 100 mg di Aloe con aloina per ogni Kg di peso corporeo. 

Assumere 100mg di estratto di Aloe per ogni chilo di peso corporeo significa teoricamente che una persona di 70 kg di peso può assumere 7000mg (= 7 grammi) di estratto di Aloe Arborescens ogni giorno per un anno intero e non avere problemi di alcun tipo. 
7 grammi di estratto di Aloe equivalgono a circa 15 capsule al giorno!
Non esistono prodotti il cui dosaggio giornaliero consigliato è di 15 capsule.
Per cui ai dosaggi normalmente consigliati non vi sono rischi di tossicità.
 I benefici vincono di gran lunga sui presunti rischi associati all’aloina o ad altri composti naturalmente contenuti nell’Aloe.

Anche il Prof. Lucini nei suoi studi ha evidenziato come i numerosi effetti terapeutici e farmacologici dell'Aloe, che abbiamo elencato in precedenza, siano dovuti ad un'azione sinergica tra le differenti biomolecole e i componenti nutritivi concentrate in tutta la foglia, non soltanto nel gel interno.


Se non è tossica perché viene eliminata?
C’è un motivo principale, anzi due,  ha sapore e odore sgradevoli!

La verità è che l’aloina e in generale tutti gli antrachinoni presenti nell’Aloe, hanno 2 grossi difetti:

-          un sapore molto amaro;

-          un odore molto pungente.

Queste caratteristiche sono sgradite ai consumatori e questo è un problema per chi ha come unico obiettivo quello di vendere e di generare profitto.


Al fine di migliorare il sapore dei succhi di Aloe, oltre ad eliminare aloina e antrachinoni si aggiungono altri ingredienti, come zucchero, edulcoranti, aromi e succhi di frutta di bassa qualità, finendo con l’alterare le proprietà organolettiche del prodotto finale, a scapito dei benefici perché si depotenzia il prodotto.

Questo è il vero motivo che spinge molte aziende ad utilizzare solo il gel di Aloe e non la foglia intera.

Esiste solo una varietà di Aloe?

Di Aloe ne esistono oltre 250 varietà, ma la scelta si riduce essenzialmente a 2.
Aloe vera e Aloe arborescens.
L’Aloe vera è la più conosciuta al mondo perché data la sua facilità di lavorazione e il suo basso costo è la varietà più utilizzata, talvolta anche senza senso in prodotti come jeans, carta igienica, materassi ecc.

L’aloe arborescens è la sorella meno famosa pur essendo la più preziosa, in quanto ha una concentrazione di principi attivi addirittura 3 volte superiori all’aloe vera, ma è poco utilizzata poiché è più costosa e si presta meno alla lavorazione industriale ed è quindi economicamente svantaggiosa per le aziende.

 

Ci sono dei consigli per scegliere i prodotti con aloe migliori?

Data l’elevata concentrazione di principi attivi, i prodotti a base di aloe arborescens sono da preferire poiché questo si traduce in una maggiore efficacia preventiva e terapeutica del prodotto come evidenziato dalle numerose ricerche scientifiche. Inoltre, nei prodotti con Aloe Vera viene utilizzato soltanto il gel interno e non la cuticola (buccia) la quale contiene un intero arsenale di molecole utili, indispensabili, vitali dalle proprietà: antinfiammatorie, antidolorifiche, antiossidanti, antibatteriche, antivirali, cicatrizzanti.
 

Inoltre tra i prodotti con Aloe arborescens bisogna preferire quelli in cui l’Aloe sia lavorata a freddo. Questa caratteristica spesso è difficile da individuare, ma è molto importante se non fondamentale, poiché i processi che innalzano la temperatura (pastorizzazione, sterilizzazione ecc.) distruggono buona parte dei principi attivi presenti nell’Aloe diminuendone drasticamente l’efficacia.
 

Ultimo consiglio: evitare prodotti che contengano molti zuccheri (miele o dolcificanti), conservanti non sicuri, aromi o altre sostanze che possano essere nocive per la salute. Per l’uso orale ad esempio è preferibile acquistare prodotti in polvere che non hanno bisogno di zuccheri per renderne il gusto gradevole e di conservanti per garantirne la conservazione.
 
 
 SCOPRI SE ESISTE UN PRODOTTO CON QUESTE CARATTERISTICHE


Al tuo benessere!

 

[1] Brossant, J.Y., Ledeaut, J., Ralamboranto, L., Rakotovao, L.H. Solar, S., Gueguen, A., Coulanges, P., 1981. Immunostimulating properties of an extract isolated from Aloe vahombe. Archives Insitut Pasteur Madagascar 48, 11-34 

[2] Bland, J., 1985. Effect of orally consumed Aloe juice on gastrointestinal fnction in normal humans. preventive medicine 14, 152-154

[3] Yamamoto, M., Masui, T,. Sugiyama, K., Yokota., Nagakomi, K., Nazakawa, H., 1991. Antiinflammatory actives constituents of Aloe Arborescens Miller

[4] Bland, J., 1985. Effect of orally consumed Aloe juice on gastrointestinal function in normal humans. preventive medicine 14, 152-154

[5] One-year chronic toxicity study of Aloe arborescens Miller var. natalensis Berger in Wistar Hannover rats. A pilot study)

LASCIA UN COMMENTO...

freccia commento

Articolo consigliato

Menu

Condividi

Impostazioni